martedì 7 ottobre 2008

Riscaldamento


VIsto l'anticipato calo della temperatura per un paio di ore al giorno accendo una lampada sulle lasius e metto un tappeto riscaldante al nido di gesso delle messor.Sto anche cercando di far spostare le lasius scoprendogli la provetta, ma non sembrano aver la minima idea di andarsene.

18 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao giusto oggi le formiche quida me hanno sciamato,sono della specie normale quelle classiche fusca...ma come riconosco la regina dai fuchi?Ne ho trovati molti in balcone e credo siano tutti maschi...sono di media grandezza sui 2cm e mi sembrano un pò abbacchiati...staranno morendo dato che il loro compito è ultimato...chissà se trovo una regina ora!

Alby ha detto...

le regine hanno l'addome molto grande e pronunciato...può essere la bassa temperatura che non li rende molto attivi

michelangelo ha detto...

Complimenti, bellissimo blog è bellissimo allevamento!

Alby ha detto...

Ciao!!grazie!!!
adesso sono un po' fermo perchè si avvicina l'ibernazione e il periodo del loro riposo!

Zheus ha detto...

Ciao Alby ma tu non le fai ibernare?Come vanno le tue colonie?

Anonimo ha detto...

L'ibernazione è necessaria soltanto per le specie che vivopno in montagna o che sono originarie del nord europa: quindi Myrmica, Manica, Camponotus, Formica. Le altre specie possono stare anche al caldo

Sergio

Alby ha detto...

si si!le faccio ibernare, non l'ho ancora fatto ma tra poco inizio a metterle nella scala di casa mia circa 10° qualche giorno e poi trasferirle in garage più freddo ma mai sottozero...

Romano ha detto...

ho provato a mandarti una mail, ma mi indica che non ti è arrivata.

Ciao Alby,
sono un artista contemporaneo (non so che familiarità hai con l'arte contemporanea) che sta facendo delle ricerche
su delle architetture per formiche (architecture for ants), cioè sto realizzando delle architetture da posizionare sopra i formicai per far interagire
le formiche con una struttura architettonica contraddistinta da ingressi, spiragli per la luce, camere, aperture per l'ingresso dell'acqua piovana, ecc.
E' una ricerca tecnica ma anche estetica.
Ne ho realizzate un paio fino ad ora su dei formicai reali presenti per strada in zone di terra sabbia. La loro interazione è stata eccellente, dato che sfruttavano l'architettura posta anche per lavorare fuori dal formicaio anche in condizioni di pioggia. (distrutte le architetture dai tagliatori di erba del comune).

Ora devo realizzare un formicaio per esporre in una galleria d'arte una architettura che sto realizzando. Ho acquistato (devono ancora arrivare) le formiche da Antstore.net.
La mia idea, dato che non posso mettere sotto teca o con coperture particolari il terraio, è di realizzare una isola di terra dove far vivere le formiche circondato da un fossato di acqua per evitare di farle scappare. Sai info su questo sistema, cioè quello di mettere un fossato d'aqua per non far scappare le formiche?

Vorrei anche dei consigli. Mi arriverà la regina con le operaie... da antstore... come m idevo comportare? le inserisco direttamente nel terraio o devo all'inizio tenerle nella provetta? Essendo periodo invernale, a che temperatura devo tenerle... dato che ora dovrebbero realizzare il formicaio? Dare il caldo o temperatura più bassa?

Grazie,
Romano
info@romanobaratta.com

Quello di Varese ha detto...

Di sicuro Alby darà consigli molto più validi dei miei ma ci tengo a lasciare possibili riflessioni (che spero vengano corrette).

Prima di tutto mi sembra molto ambizioso il progetto di preparare il formicaio da zero per l'esposizione; non so se tu abbia tempi stretti ma credo che un formicaio stabilito da tempo sia migliore per quello che chiedi, sia perchè ci sono più formiche e quindi maggiore attività, sia perchè probabilmente può sopportare meglio lo stress da esposizione. Comunque questo è legato più al tempo di preparazione.

Per quanto riguarda il fossato so che non è un metodo sicuro al 100%. Probabilmente non è un problema con una colonia piccola e dipende anche dalla specie; so che alcune formiche si ingegnano a superare corsi d'acqua con piccole zattere di sterpaglie o addirittura coi corpi delle compagne. Quindi, come credo confermerà Alby, sarà meglio cospargere il bordo superiore della teca (o di qualunque disposizione tu userai) con una striscia di sostanza repellente per le formiche. Anche adottando questo espediente il fossato non lo escluderei comunque, una sicurezza in più e un elemento che può essere esteticamente gradevole.

Ad Alby il compito di correggermi e smentirmi.

Alby ha detto...

CIao Romano!
scusami per il ritardo, innanzi tutto complimenti!è davvero un'idea originale!se vuoi spedirmi delle foto il mio contatto msn è hollyalby@hotmail.it
se hai acquistato una regina da sola lasciala in un posto buio e dalle un'occhiata ogni due giorni ma senza infastidirla troppo..la provetta è un'ottimo nido per una regina in cui far partire una colonia.La riserva d'acqua dietro al cotone le fornirà un'umidità perfetta per lo sviluppo delle larve cosa che creare artificialmente è un po' difficile.
Che razza hai preso e con operaie o senza?
come ti ha già risposto ci vuole un po' di tempo per rendere una colonia efficiente ed operativa soprattutto razze come la lasius niger sono molto paurose e finchè la colonia non è di una discreta grandezza escono per foraggiare quasi esclusivamente in orari notturni..
Ti consiglierei se avessi necessità di tempi le Myrmica Rubra (formiche rosse), magari una colonia di un centinaio di esemplari.Sono molto aggressive ed attive..
Il sistema dell'isola è ottimo, è uno dei metodi più sicuri che però ha lo svantaggio di provocare alcune morti per annegamento..però penso sia la soluzione migliore esteticamente, perchè il teflon (PTFE, Vaselina) si vedono e dopo un po' ingialliscono.

Alby ha detto...

dimenticavo su youtube c'è un video di un formicaio pazzesco fatto su tre livelli comunicanti tramita corde a forma di isola!

Zheus ha detto...

Ciao Alby qual'è il link?

Silvia ha detto...

ciao, siamo due ragazze di verona che studiano a scienze della fomazione primaria. quest'anno abbiamo un'esame che prevede la preparazione di un progetto di scienze. abbiamo deciso di fare un formicaio, ma non sappiamo proprio da dove partire, curiosando per il web abbiamo trovato il tuo blog e pensiamo tu possa, con spirito compassionevole, dare una mano a noi povere atee rispetto a tale argomento. questo progetto dovrebbe coinvolgere una classe di bambini delle elementari e l'idea sarebbe quella di costruire un formicaio in classe, in modo che i bambini possano direttamente vedere questa città in miniatura e ricavarne informazioni non solo teoriche,
quali sono le caratteristiche principali che dobbiamo sapere? di informazioni ce ne sono tantissime e rischiamo di perderci. ps quale specie di formica è più comune e quindi più facile da trovare, meno pericolosa da tenere in classe? grazie anche solo dell'ascolto.
Ps: non ridere di noi!!
Silvia e Carlotta

Alby ha detto...

Ciao!!!figurati è una bellissima idea!!!
trovarle non è semplice, fino ad ora non sono riuscito a trovare una regina e scavare è molto molto difficile..questo progetto per quando dev'essere sviluppato?
Prima di tutto dovrete costruirvi un formicaio, o di sabbia/argilla in un contenitore con vetri molto ravvicinati, oppure un nido in gesso chiamato anche y-tong..sulla costruzione guardate nei post vecchi e troverete la descrizione dei materiali che ho usato ecc..
la razza o le lasius niger o le messor barbarus (che sono quelle granivore), dovrete ordinarle da antstore, un negozio tedesco...la regina in se costa molto poco ma sono alte le spese di spedizione...

Zheus ha detto...

Ciao Alby hai il link del formicaio su tre livelli che hai visto su youtube?Oppure ti ricordi che parole hai usato nella ricerca per trovarlo?Ciao

romano ha detto...

Ciao Alby,
ti ho inviato una mail...
se non ti è arrivata ti indico il link dove puoi trovare le poche immagini delle architetture, ma sono quelle sperimentali, le prime... quella che sto costruendo ora è più complessa, su più piani, con ingressi, sistema per l'ingresso della luce e dell'acqua.
..

http://www.romanobaratta.com/research.htm

ciao.
Romano

Anonimo ha detto...

scusami alby ti ho aggiunto su msn io mi chiamo franco_encor95@hotail.it accetta e aggiungimi di devo palare di cose importanti

Anonimo ha detto...

segnalo il nuovo www.acidoformico.it per chi volesse iniziare un'avventura nel magico mondo delle formiche!