sabato 8 settembre 2007

La teca


Il terrario l'ho creato spendendo un paio di euro, recuperando la mia vecchia vasca delle tartarughe....chi non ha un vecchio acquario o un semplice contenitore trasparente, abbastanza resistete in modo che non venga rosicchiato dai nostri piccoli opsiti.
La mia teca, essendo spovvista di copertura, ho dovuto chiuderla con un sottile foglio di plexiglass (in vendita in un qualsiasi centro di bricolage) che mi permetta un'ottima osservazione dall'alto.Per agevolare le osservazioni ho utilizzato una lampada da scrivania.
Ho notato qualche piccola fuga dalla copertura.Provvisoriamente fissata con del nastro isolante, ora sto pensando di applicare al plexiglass lo scotch a velcro in modo da ottenere una chiusura a prova di formica e che mi permetta di aprire e chiudere ognivolta sia necessario operare all'interno della teca.

Tutti i giorni umidifico la terra con lo spruzzino per fiori, sembra che i nostri ospiti soffrano molto la siccità.Il cibo fornito non è stato apprezzato e per il momento è rimasto ancora tutto lì...non vorrei diventasse un problema, ma "per non saper nè leggere nè scrivere" (come dice il mio amico Manuel) gli ho dato un po' di tutto...alcune foglie di insalata, una mosca, briciole, semi di grano, crocchette, zucchero in grani e in un tappo del cotone imbevuto di H2O con zucchero e miele.
Penso di aver dato di tutto e di più!chissà se saranno delle buongustaie o se per farle mangiare dovrò cucinare lombrichi all'amatriciana!!??? :P

1 commento:

Simo ha detto...

davvero interessante e particolare!!!!sono proprio curioso di vedere come procederà!!!in bocca al lupo!!!!